Oltre 500 cantine
Spedizione gratuita da 69€ per cantina
Direttamente dalla cantina
Barolo da non farsi scappare
-16%
Barolo da non farsi scappare
Barolo da non farsi scappare
Acquista ora

Barolo: Il principe dei vini italiani 

Il nome Barolo deriva dal piccolo comune italiano di Barolo, in Piemonte, ma quando si parla di Barolo si può intendere sia un particolare vino rosso, sia una regione vinicola. La regione del Barolo si trova nella parte sud-occidentale del Piemonte, nelle Langhe, più precisamente a pochi chilometri a sud della città di Alba, dove colline ondulate, borghi tradizionali e castelli medievali caratterizzano il paesaggio. La tradizione vitivinicola di questa zona ha radici antichissime, a testimonianza di un territorio particolarmente vocato. Dal 2014 i vigneti della regione sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Le viti per il Barolo sono coltivate su una superficie di circa 1800 ettari, con una resa annua di 90.000 ettolitri.  Per saperne di più

Oltre 500 cantine
Spedizione gratuita da 69€ per cantina
Direttamente dalla cantina

Il Barolo ha ottenuto il riconoscimento che gli spettava in tempi relativamente recenti. Infatti, nonostante la coltivazione della vite fosse presente ancor prima dell’insediamento dei romani , dobbiamo attendere la metà dell’800 e l’intervento di Camillo Benso Conte di Cavour assieme a Giulia Colbert Falletti, ultima marchesa di Barolo, affinché la fortuna e il riconoscimento del Barolo possa iniziare. 


L’evoluzione del Barolo non si è fermata certo qui e oggi possiamo assistere alla presenza anche di uno stili moderno grazie a Barolo Boys capitanati da Elio Altare. Questa tipologia di vino ha sentori più fruttati, colori e tannini più morbidi e matura in tempi decisamente più brevi.   


Il Barolo è un vino rosso DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) che presenta una grande eleganza, carattere e capacità di maturazione, composto interamente al 100% da uve Nebbiolo, uno dei vitigni più pregiati e difficili. Il Nebbiolo ha trovato una zona particolarmente favorevole nella zona di Barolo, nelle Langhe, dove il clima ha influssi più continentali e offre notti fresche e umide e giornate calde. Le uve maturano relativamente tardi, esponendosi a possibili gelate autunnali e la vendemmia avviene in ottobre. 


I terreni arenari e calcareo marnosi della zona conferiscono alle uve quelle caratteristiche uniche che permettono la produzione del Barolo. Le uve destinate alla produzione di Barolo sono di colore rosso intenso tendente al nero. L'elevato contenuto di tannini e l'importante acidità permettono una lunga conservazione di questo vino. I trend più moderni per il Barolo si orientano su vini dai tannini più morbidi e un maggiore aroma di rovere. 


Per quanto riguarda le zone di produzione del Barolo, sono inclusi i vigneti intorno alla cittadina di Barolo, La Morra, Castiglione Falletto, Serralunga d' Alba e Monforte d' Alba. 


Travino FAQ -le domande più frequenti sul Barolo 


Che caratteristiche gustative ha un Barolo? 

Il Barolo è un vino rosso secco, con una lunga persistenza sul palato, di carattere ed elegante e dal colore rosso intenso. Il suo sapore ricorda l'uva sultanina, il cioccolato o la frutta secca. 

Qual è il vitigno del Barolo?

Il Barolo è prodotto al 100% con l'uva Nebbiolo. Questa zona vitivinicola riesce a conferire al Nebbiolo delle caratteristiche uniche che non sono replicabili in nessun’altra zona . L'uva è di colore rosso intenso, quasi nero. 

Il Barolo è un vitigno? 

No, il Barolo è sia un vino rosso che una regione vinicola, ma non un'uva. Il nome Barolo deriva dal piccolo comune italiano di Barolo, in Piemonte. Il vino Barolo si ottiene dall'uva Nebbiolo. 

Qual è la differenza tra Barolo e Barbaresco? 

La differenza è data dai terreni delle due zone di coltivazione. Le colline del Barbaresco sono leggermente più basse di quelle del Barolo e nel Barbaresco i terreni sono più sabbiosi, il che rende il vino più etereo ed elegante . Il Barolo è considerato un vino più intenso e potente. 

Quanti ettari di vigneto ha il Barolo?

Le viti del Barolo sono coltivate su una superficie di 1800 ettari, con una resa annua di 90.000 ettolitri di vino. 

Cosa significa DOCG/DOC per i vini?

I vini DOC "Denominazione di Origine Controllata", sono prodotti in una zona geografica ben precisa e devono rispondere a chiare caratteristiche fissate all’interno dei disciplinari. Quest’ultimo stabilisce i criteri legati a produzione, raccolta, vinificazione e imbottigliamento. I disciplinari DOCG ( Denominazione di Origine Controllata e Garantita) sottopongono i vini a criteri più rigidi. Solitamente questo riconoscimento viene attribuito esclusivamente ai vini DOC di particolare pregio. 


Testimonial
Esperienza positivissima! Fatto i primi tre ordini arrivati nei tempi stimati e confezionati in modo perfetto. Il grande vantaggio è che la spedizione dei vini arriva direttamente dalla cantina. Servizio clienti gentilissimi e risolutivi. Ottimi e Consigliatissimi....
Paolo Cliente TRAVINO
Testimonial
Ho trovato un prodotto non facile da reperire ed ho scoperto che il sito ha una gamma di produttori molto interessante in quanto tutte piccole cantine in tante zone d'Italia. ... Packaging e consegna ottimi.
Alberto Cliente TRAVINO
Testimonial
Buona scelta di vari tipi di vino di qualità. Prezzi congrui. Consegna effettuata in maniera celere e servizio clienti presente e cortese
Raffaele Cliente TRAVINO