-20%** con codice TUTTO20
Il Piemonte in un unico pacchetto
-21%
Il Piemonte in un unico pacchetto
Il Piemonte in un unico pacchetto
Scopri l'essenza di Scagliola Giacomo
Acquista ora

Vino piemontese: terra dei mostri sacri del vino

Il Piemonte è una delle regioni vinicole più importanti d'Italia, situata a Nord-Ovest. La Francia e la Svizzera confinano con la regione e le Alpi abbracciano queste terre. La viticoltura esiste in Piemonte fin dall'antichità, ed era praticata dai Liguri-Celtici Taurini prima dei Romani. Su una superficie vitata di circa 42.000 ettari, i viticoltori piemontesi producono oggi circa 2 milioni di ettolitri di vino all'anno.  Per saperne di più


È qui che crescono le uve per "Il Re dei Vini e il Vino dei Re": Il Barolo, e ovviamente anche il vicino cugino: Il Barbaresco. Il Piemonte però offre anche molti altri vini tipici, sia rossi che bianchi come la Barbera, la Freisa, il Timorasso e il Cortese. 

La regione offre inoltre percorsi turistici incantevoli e molto diversi, soprattutto legati all'enogastronomia. Mete come il Lago Maggiore, Torino, i Parchi Nazionali delle Alpi e le colline delle Langhe e del Monferrato sono dei must-have da visitare. 

La zona vinicola più identificativa sono sicuramente le Langhe. Qui crescono e diventano vini il Nebbiolo, la Barbera e il Dolcetto. Il Barolo è un vino monovitigno ottenuto da uve Nebbiolo, che affascina per il suo connubio tra struttura ed eleganza. Perché un Barolo sia classificato come DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), il vino deve maturare per almeno 38 mesi, di cui 18 in botti di rovere.

Il Piemonte è stato aprifila della viticoltura sostenibile, con consorzi sempre attenti alla tutela e alla promozione del territorio. Sebbene il Piemonte sia più conosciuto per i suoi vini rossi, possiede anche zone vocate per i vitigni a bacca bianca. I vini bianchi più popolari del Piemonte sono il Moscato d'Asti DOCG, il Gavi DOCG, il Roero Arneis DOCG e il Derthona Colli Tortonesi DOC. 

Un altro vino rosso piemontese molto apprezzato è soprattutto la Barbera, un vino prodotto da Nord a Sud del Piemonte. Un tempo bevuto solo nelle osterie, si è guadagnato negli anni un posto tra i grandi vini italiani, grazie a produttori piemontesi visionari. 

Su Travino avete la possibilità di conoscere le molteplici denominazioni piemontesi e di acquistare il vino direttamente dai produttori. Tutto ciò che dovete fare è utilizzare la funzione di filtro nel nostro negozio e filtrare in base alle singole denominazioni. 


Travino FAQ - le domande più frequenti sul Piemonte


Quanti ettari di vigneto ha il Piemonte?

Su una superficie vitata di circa 42.000 ettari, i viticoltori piemontesi producono oggi circa 2 milioni di ettolitri all'anno.

Quali sono i più famosi vitigni coltivati in Piemonte?

I vitigni più famosi che crescono qui e che diventano vini sono il Nebbiolo, il Barbera e il Dolcetto.

Che cosa significa DOCG/ DOC per i vini?

DOC significa "Denominazione di Origine Controllata", DOCG significa "Denominazione di Origine Controllata e Garantita". Ciò significa che il vino ha una denominazione di origine protetta ed è stato prodotto con controlli di qualità più severi nelle aree di raccolta, vinificazione e imbottigliamento. I requisiti dei vini DOCG sono ancora più severi di quelli dei vini DOC. 

Da quanto tempo si coltiva il vino in Piemonte? 

La viticoltura esiste in Piemonte fin dall'antichità, ed era praticata dai Liguri-Celtici Taurini prima dei Romani. 

Quali sono i vini tipici del Piemonte, Quali vini provengono dal Piemonte?

Il Piemonte è particolarmente noto per il suo famoso vino Barolo. Il Barolo è un vino monovitigno ottenuto dall'uva Nebbiolo, che affascina per il suo connubio tra struttura ed eleganza. È il cosiddetto ""Re dei Vini e il Vino dei Re"". 

Acquistare vino piemontese: Acquista vini direttamente dal Piemonte con Travino

Su Travino avete a disposizione una vasta scelta di vini piemontesi. Potete ordinare questi vini piemontesi comodamente da internet e farveli consegnare direttamente dalla cantina a casa vostra. Grazie al nostro sistema farm-gate, non solo voi beneficerete dell'enorme selezione di vini piemontesi, ma anche le aziende vinicole, soprattutto le piccole cantine a conduzione familiare, hanno la possibilità di vendere i loro vini attraverso Travino. 

Le più note Indicazioni Geografiche Protette del Piemonte (DOC, DOCG):

Barbera d'Asti DOCG: La denominazione di origine Barbera d’Asti DOCG è riservata ai vini delle tipologie Barbera d’Asti e Barbera d’Asti superiore, anche con indicazione delle sottozone: Nizza, Tinella, Colli Astiani o Astiano. I vini devono avere una composizione ampelografica che comprende uve almeno per il 90% provenienti dal vitigno Barbera, mentre per il rimanente 10% possono essere provenienti da vitigni a bacca nera autorizzati alla coltivazione per la regione Piemonte. 

Asti DOCG: La denominazione di origine Asti DOCG è riservata ai vini Asti o Asti Spumante, Asti o Asti Spumante Metodo Classico (o metodo tradizionale); Moscato d’Asti; Moscato d’Asti vendemmia tardiva. I vini devono essere ottenuti da uve del vitigno Moscato bianco (100%). 

Colli Tortonesi DOC: Il comprensorio viticolo della denominazione Colli Tortonesi DOC è costituito da trenta comuni collocati nella parte sud est del Piemonte, aventi tutti un denominatore comune: la predisposizione geologica e climatica ad ospitare una viticoltura di elevata qualità. Caratteristica di tutti i vini della Colli Tortonesi DOC è la spiccata sapidità, dovuta ai terreni argillo-marnosi,che trasferiscono alle uve e di conseguenza al vino sali tra questi il litio, dandone caratteristiche uniche. I vini ottenuti, grazie alla loro particolare mineralità, presentano forte predisposizione all’invecchiamento, anche nel caso dei bianchi. 

Roero DOCG: La denominazione di origine Roero DOCG è riservata ai vini delle seguenti tipologie: Roero, Roero riserva, Roero Arneis, Roero Arneis spumante. La denominazione Roero DOCG senza altra specificazione è riservata ai vini rossi ottenuti dalle uve del vitigno Nebbiolo per un minimo del 95%; La denominazione Roero Arneis DOCG è riservata al vino bianco ottenuto dalle uve del vitigno Arneis per un minimo del 95%. 

Vino Gavi del Piemonte: La denominazione di origine Gavi o Cortese di Gavi DOCG è riservata ai vini bianchi delle seguenti tipologie, tutti ottenuti da uve del vitigno Cortese in purezza: Gavi o Cortese di Gavi tranquillo; Gavi o Cortese di Gavi frizzante; Gavi o Cortese di Gavi spumante; Gavi o Cortese di Gavi Riserva; Gavi o Cortese di Gavi Riserva Spumante metodo classico. 

La tipologia dei vini Gavi o Cortese di Gavi Riserva DOCG prevede almeno un anno di invecchiamento, di cui sei mesi di affinamento in bottiglia; la tipologia dei vini Gavi o Cortese di Gavi Riserva Spumante metodo classico DOCG prevede almeno due anni di invecchiamento, di cui almeno diciotto mesi di permanenza sui lieviti in bottiglia. 

La zona geografica del Gavi o Cortese di Gavi DOCG è posta in una fascia prevalentemente collinare, della parte meridionale della provincia di Alessandria, nell’estremo angolo sud orientale del Piemonte 

Testimonial
Buona scelta di vari tipi di vino di qualità. Prezzi congrui. Consegna effettuata in maniera celere e servizio clienti presente e cortese

Raffaele Cliente TRAVINO

Testimonial
Mi sono servito di Travino per regalare bottiglie di vino Magliocco a un mio amico che le ha molto apprezzate

Giovanni Cliente TRAVINO

Testimonial
Prima esperienza; ottimi presupposti per ulteriori ordini.

Eugenio Cliente TRAVINO