-20%** con codice TUTTO20
Il Rinascimento dei vini siciliani
-21%
Il Rinascimento dei vini siciliani
Il Rinascimento dei vini siciliani
Box degustazione per conoscere i vini siciliani da oggi in sconto
Acquista ora

Sicilia: un'isola, centinaia di vini 

La Sicilia è la più grande regione vinicola d'Italia. Circa 103.000 ettari di vigneti producono ogni anno circa 6 milioni di ettolitri di vino. Non c'è quindi da stupirsi se la Sicilia sia una delle più ricercate destinazioni italiane per gli amanti del vino. Oltre al vino ovviamente, la Sicilia vanta città e siti archeologici con una storia plurimillenaria, tra le più belle spiagge del Mediterraneo e tra le più rinomate tradizioni gastronomiche italiane.   Per saperne di più

I primi viticoltori in Sicilia furono coloni greci che si stabilirono sull'isola già nell'VIII secolo a.C. e ne scoprirono le condizioni ideali di coltivazione. Già nell'antichità, soprattutto la regione intorno al vulcano Etna era un importante centro di produzione e commercio di vino. Nel XVIII secolo la Sicilia divenne famosissima in tutta Europa per il Marsala, nobile vino liquoroso. Un altro importante boom è partito all'inizio del nuovo millennio, con la fama sempre più crescente dell'Etna e dei vini naturali siciliani.

In termini di clima e terreno, la Sicilia presenta condizioni ideali per la coltivazione della vite. Ha un clima mediterraneo caldo, con molto sole e inverni miti. A seconda della zona di coltivazione, esistono terreni sabbiosi, argillosi, calcarei e basaltici vulcanici, che permettono ai viticoltori di coltivare una varietà di vitigni diversi nelle condizioni migliori per loro. 

In questa terra di grandi vini le varietà autoctone a bacca rossa ( Nero d'Avola, Nerello Mascalese e Cappuccio, Frappato,...) si coltivano insieme ai grandi internazionali ( SyrahCabernet SauvignonMerlot,...) creando delle espressioni vinicole mediterranee incredibili. Stesso discorso vale per i vigneti a bacca bianca. Tra gli autoctoni troviamo il Carricante, il Catarratto, l'Inzolia, il Grillo, lo Zibibbo,.. e ovviamente lo Chardonnay tra gli internazionali. 


Travino FAQ - le domande più frequenti sulla Sicilia


Quanti ettari di vigneti ha la Sicilia?

L'isola di Sicilia è la più grande regione vinicola d'Italia. Circa 103.000 ettari di vigneti e producono ogni anno circa 6 milioni di ettolitri. 

Quali sono i vitigni coltivati in Sicilia?

Le varietà più importanti attualmente coltivate in Sicilia sono il Nero d'Avola, il Nerello Mascalese e Cappuccio, il Frappato e il Syrah per i vitigni a bacca nera. Mentre i vitigni a bacca bianca più coltivati sono il Carricante, il Cataratto, l'Inzolia il Grillo e lo Zibibbo

Cosa significa DOCG/DOC per i vini?

DOC significa "Denominazione di Origine Controllata", DOCG significa "Denominazione di Origine Controllata e Garantita". Ciò significa che il vino ha una denominazione di origine protetta ed è stato prodotto con controlli di qualità più severi nelle aree di raccolta, vinificazione e imbottigliamento. I requisiti dei vini DOCG sono ancora più severi di quelli dei vini DOC.

Da quanto tempo si coltiva il vino in Sicilia? 

I primi viticoltori in Sicilia furono coloni greci che si stabilirono sull'isola già nell'VIII secolo a.C. e ne scoprirono le condizioni di coltivazione ideali. Già nell'antichità, la regione intorno al vulcano Etna, in particolare, era un importante centro di produzione e commercio di vino. 

Che tipo di clima c'è in Sicilia? 

La Sicilia è la regione più a Sud d'Italia, ha un clima mediterraneo caldo, con molto sole e inverni miti.

Testimonial
Buona scelta di vari tipi di vino di qualità. Prezzi congrui. Consegna effettuata in maniera celere e servizio clienti presente e cortese

Raffaele Cliente TRAVINO

Testimonial
Mi sono servito di Travino per regalare bottiglie di vino Magliocco a un mio amico che le ha molto apprezzate

Giovanni Cliente TRAVINO

Testimonial
Prima esperienza; ottimi presupposti per ulteriori ordini.

Eugenio Cliente TRAVINO